Dopo aver visto l’importanza della certificazione ECDL e PEKIT in ambito tecnologico e informatico, passiamo oggi ad altri due attestati che, secondo il Ministero del Lavoro fanno la differenza nella scelta del candidato ideale.

CISCO

La certificazione CISCO, quando si parla di IT e networking è tra le più richieste e rappresenta un vantaggio competitivo e commerciale per le aziende perché identifica una risorsa competente e qualitativamente valida.

Esistono 5 livelli di certificazione CISCO:

  • Entry level: si parla di profili junior in cerca della prima occupazione nel settore IT.
  • Associate level: che invece si rivolge ai sistemisti IT, a quelli di rete e ai network engeneer attestando da un lato la capacità di configurare le reti Lan e Wan e dall’altro di possedere ottime competenze di problem solving.
  • Professional level: rivolta ai professionisti della rete che vogliono crescere ulteriormente in ambito enterprice.
  • Expert: tra quelle viste finora, è sicuramente la più prestigiosa in ambito networking e, di conseguenza, una tra le più richieste a livello lavorativo.
  • Architect: si tratta di una certificazione rilasciata ai network designers con molti anni di esperienza alle spalle e attesta la capacità di trasformare l’intero ambito IT in strategie di business attraverso la creazione di reti complesse.

VMWARE

Quando si allunga lo sguardo verso il mercato internazionale, parlando di cloud computing e di virtualizzazione, le certificazioni VMware sono le più diffuse. Come nel caso di CISCO, anche queste rappresentato uno strumento utile al lavoratore per distinguersi in ambito professionale mentre per le aziende diventano un vantaggio commerciale e competitivo importante, vediamo perché.

Innanzitutto, grazie a questa certificazione, viene rilasciato all’utente un certificato VMware che rappresenta un codice unico di riconoscimento tracciabile e pubblico. In questo modo si possono sempre vedere gli interventi sostenuti e la cronologia lavorativa.

Inoltre questo tipo di certificazione è strettamente collegato al datacenter virtualization e alle tecnologie ad esso connesse come ad esempio, la progettazione e l’implementazione della gestione di servizi cloud computing (IaaS) e desktop virtualization.

Ogni certificazione può essere richiesta e ottenuta tramite un esame teorico e pratico presso un test center ufficiale

Ognuno degli step di questo percorso corrisponde a un corso specifico ideato da VMware ed erogato esclusivamente presso un partner ufficiale VMware con laboratori, istruttori e materiale didattico autorizzato:

  • Associate: rivolto anche in questo caso ai profili junior e a coloro che cercano una conoscenza base del panorama VMware.
  • Professional: rivolto ai consulenti IT, system engineers, data center e cloud administrators con almeno 6 mesi di esperienza su architetture VMware.
  • Advanced professional: rivolto a coloro che sono in possesso di competenze nel design e nell’amministrazione di infrastrutture VMware.
  • Expert: si tratta di un esame orare molto complesso al quale può accedere solo personale altamente preparato e con una profonda padronanza delle tecnologie infrastrutturali e di virtualizzazione.
  • Engineer: tra tutte le certificazioni, questa forse strizza l’occhio al project management inserendo capacità comunicative, analitiche e di problem solving al corredo delle competenze richieste.
  • Administrator: a questo livello, il professionista in questione è in grado di progettare, installare, amministrare e ottimizzare i server aziendali per ottenere performance elevate.
  • Architect: si tratta di una certificazione che attesta la capacità di implementare il sistema informatico interno e del software di rete, garantendo altresì il corretto funzionamento dei principali processi IT aziendali.
  • Developer: anche in questo caso, si tratta di un professionista in grado di tradurre i requisiti del softawe in codice di programmazione.

E con questa si conclude la lista delle certificazioni più rinomate secondo il MIUR per chiunque voglia rendersi appetibile al mercato del lavoro lato IT, cosa ne pensate, fateci sapere se ne conoscete altre e come sempre, vi invitiamo a seguirci sulla nostra pagina Facebook e ad iscrivervi alla newsletter per restare sempre aggiornati con le ultime novità dal mondo di Formati e Occupati!


Se volete leggere altri articoli di questo genere, visitate il nostro blog