L’accoppiata PHP MySQL è diventata progressivamente più essenziale per lo sviluppo di architetture e siti moderni.
Essendo PHP un linguaggio server side, non ha avuto problemi quando la tendenza web mobile-ready ha iniziato a diffondersi obbligando molti siti all’adozione di specifiche logiche responsive.

A livello di programmazione, non fa differenza se il client è un computer da scrivania o un orologio da polso,
la differenza riguarda appunto solo il lato client

PHP si è evoluto nel tempo: sia il linguaggio sia gli sviluppatori hanno preso la programmazione a oggetti molto più seriamente e questo si vede nella maggior parte dei progetti di qualità.
La tendenza attuale va verso la scrittura di classi che possano essere condivise e riutilizzate su progetti differenti così da costruire più o meno qualunque sito venga richiesto con un solo framework.

L’approccio migliore per imparare PHP è di tipo sequenziale,
saltare da un punto all’altro complica l’apprendimento

Un ragazzo che vuole approcciarsi a questo tipo di tecnologia può preventivamente dare un’occhiata ai linguaggi di markup, come Html e Css, anche se non è realmente indispensabile vista la separazione per i due settori di sviluppo frontend e backend all’interno di molteplici realtà aziendali.

IL BUON DESIGN DI UN DATABASE

Il design di un database è un concetto che spesso passa in secondo piano principalmente perché si ritiene più difficile progettare male un database rispetto a scrivere eventuali bug nel codice.
Ascoltando i pareri degli esperti infatti, esistono regole rigide da seguire, come evitare duplicazioni o collocare gli indici in modo corretto, ma è arduo pensare che un database possa essere stato creato così male da richiedere una tabula rasa.
Al contrario, se si verifica un errore nel codice diventa impossibile usarlo come base di sviluppo.

La nozione di design di un database diventa quindi soggettiva e varia in base all’architettura stabilita; chi predilige la programmazione a oggetti ad esempio, preferisce creare database lineari e puliti esaltandone la semplicità così da rendere più semplice la gestione di vincoli e collaudi.


Se siete interessati ad approfondire il discorso, iscrivetevi alla nostra newsletter e seguite la pagina Facebook di Formati e Occupati.
Se invece cercate nuovi codici da studiare e provare, visitate il nostro blog