Eclipse ha recentemente dichiarato di essere al lavoro su 30/40 nuove features per migliorare Java EE.
La fondazione si aspetta una release che utilizzi API JSON-B con un livello di binding standard per convertire oggetti Java in o da messaggi JSON; contemporaneamente sta cercando di integrare la distribuzione cloud dei microservizi.

API JSON-B, supporto per cloud e microservizi, tag Web e un framework Action Java Beans

Oracle ha infine aggiunto di essere al lavoro su JavaMail, un sistema per creare applicazioni di messaggistica e posta con Eclipse Enterprise per Java nella versione EEJ4.

Da ulteriori rumors, sembra che le prossime novità saranno:

  • Java Architecture for XML Binding (JAX-B), per automatizzare il mapping tra oggetti XML e oggetti Java.
  • API Java per servizi Web XML (JAX-WS), per la creazione di servizi Web.
  • JSTL (Standard Tag Library) di JavaServer Pages, che incapsula come tag semplici la funzionalità di base comune alle applicazioni Web.
  • Unified Expression Language (UEL), unendo linguaggi di espressione da JavaServer Pages e JavaServer Faces.
  • Java Transaction API (JTA), che specifica le interfacce standard tra un gestore delle transazioni e le parti in un sistema di transazioni distribuite, inclusi il server delle applicazioni, il gestore delle risorse e le applicazioni transazionali.
  • JavaBeans Action Framework (JAF), per accedere ai servizi standard e determinare il tipo di una parte arbitraria di dati, incapsulare l’accesso ad essa e scoprire le operazioni che offre.

Se siete interessati ad approfondire il discorso, iscrivetevi alla nostra newsletter e seguite la pagina Facebook di Formati e Occupati.
Sei invece volete nuovi codici da studiare e provare, visitate il nostro blog