Dalla fine del 2017, i marketer di tutto il mondo si stanno interrogando sui cambiamenti che Microsoft apporterà a Linkedin dopo l’acquisizione da 26 miliardi di dollari, pronosticando la sicura implementazione di AI e Big Data analysis.

Linkedin recruiting e job search

Definire social una piattaforma come Linkedin non è immediato perché ciò che emerge è il lato business esclusivo che lo differenzia dai colleghi.
Soprattutto in Italia, Linkedin è spesso visto erroneamente come un semplice curriculum online e quindi le opzioni più note sono dedicate agli addetti delle Risorse Umane e ai candidati alla ricerca attiva del lavoro. Per questo motivo son state identificate nuove funzionalità legate alla raccolta dati e al loro trattamento.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: I cinque step del colloquio di lavoro

Talent Insight, questo sconosciuto

Da ottobre è possibile utilizzare la versione beta di questa nuova feature che permette agli HR di approfondire ulteriormente la ricerca delle risorse arricchendola con nuovi dettagli per migliorare i risultati ottenuti.

Integrazione con le Microsoft App

Purtroppo per Apple e Linux, i sistemi Microsoft sono ancora i più diffusi. Dopo l’acquisizione di Linkedin, l’azienda di Bill Gates vuole migliorare la user experience tra i suoi utenti che quindi beneficeranno di un workflow più efficiente.

Video is the way!

Dopo Publishing, sulla scia degli altri social network, anche Linkedin ha deciso di dare maggior visibilità ai contenuti video, soprattutto se nativi della piattaforma.
Creators e influencers potranno consultare un’apposita dashboard con i dati di insight che riassumono l’andamento dei filmati.
Puntando sul lato video, Linkedin mira alla creazione di live specifiche per il business che, geolocalizzate e sistemate attraverso appositi filtri ne migliorino fruizione e informazioni.

Grazie a queste prime novità, la piattaforma si affaccia al 2018 con la chiara idea di differenziarsi dagli altri social network attraverso una manovra attraente per i marketers a ogni livello di business.

Se siete interessati ad approfondire anche le novità di Facebook, Instagram e Twitter, fatecelo sapere con un commento e iscrivetevi alla pagina di Formati e Occupati e alla nostra newsletter