Secondo una recente ricerca di Kelly Services, società leader nella gestione delle risorse umane, le figure IT più richieste dal mondo del lavoro sono:

  • Data scientist
  • Software developer
  • Tecnico delle telecomunicazioni (Tlc)

Qualche articolo fa, avevamo già accennato all’importanza di questi professionisti all’interno del panorama lavorativo contemporaneo e ora che l’evoluzione digitale sta entrando sempre più nel vivo, le aziende sembrano interessarsi ancora di più a queste figure.

Andiamo ora a vedere di cosa si occupano nello specifico:

Data scientist per l’analisi dei big data

La digital transformation si traduce spesso in una mole incredibile di dati da leggere, definire e trasformare in risorsa; questo professionista analizza e aggrega i big data per aiutare le imprese a individuare nuovi modelli di business e un conseguente vantaggio competitivo sul mercato.

Le conoscenze specifiche sono molteplici e vanno dai database all’ingegneria del software passando per statistica e machine learning; questa trasversalità è tipica del data scientist e viene ben ripagata da un RAL a partire dai 35 mila euro.

Software developer sempre più smart

Anche se molti gestionali lavorano su postazioni fisse, la richiesta di sviluppatori mobile è sempre più alta perché la versatilità e la possibilità di avere sotto controllo ogni cosa in ogni momento grazie a devices piccoli ed efficienti fa gola a molti dirigenti d’azienda.

Tecnici TLC interni all’azienda

La maggior parte delle aziende italiane preferisce avere esperti interni all’azienda piuttosto che continuare a richiedere consulenze esterne per quanto riguarda telecomunicazioni e realizzazione di impianti in fibra ottica, database, etc.

L’evoluzione digitale e l’industria 4.0, portano il mondo del lavoro a ricercare figure IT strategicamente rilevanti. I profili richiesti sono molto spesso junior, non per forza laureati ma con un minimo di esperienza in azienda.


Se siete interessati ad approfondire il discorso, iscrivetevi alla nostra newsletter e seguite la pagina Facebook di Formati e Occupati.
Se invece cercate nuovi codici da studiare e provare, visitate il nostro blog